Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
[DM Artemis] La mamma è sempre la mamma.
#1
Erano tanti anni che non avevo rapporti con la mia famiglia, almeno un paio di volte all'anno scrivevo a mia madre e lei ogni tanto si degnava di rispondermi, sempre con la sua freddezza e superiorità.
Ma la cosa non mi pesava più di tanto, avevo scelto la mia strada, e negli ultimi mesi avevo messo una bella impronta in questa valle, nel bene o nel male Nathan Lore non era uno sconosciuto.
Quello per cui ero qui era ben lontano dal realizzarsi, ma sicuramente avrei avuto modo farlo, anche se fosse l'ultima cosa.
Durante questi anni di permanenza però non ero rimasto solo, ora avevo un gruppo a cui quantomeno essere leale, una reputazione da portare avanti.
Facevo il mio lavoro da guerriero, mercenario anche, senza troppo farmi coinvolgere in vicende sentimentali.

Ora all'improvviso lei è qui, nella nostra sede, come la conosceva? come sapeva che facevo parte delle Lame d'Argento?
che domante idiote, è mia madre una sacerdotessa del Signore Nero, chissà in cosa è immischiata.
Ci recammo con i miei compagni nella stanza dove la trovammo molto pallida e debole.
I classici saluti freddi e asciutti, e la richiesta di salvarla, da una morte ormai certa.
La classica storia del figlio che salva la madre?
No non era solo quello, c'erano tante cose che questa missione avrebbe toccato, sia se l'esito sarà positivo, sia che sarà negativo.
Quello che dimostrerò è che non sono un buono a nulla o un misero presta spada da quattro soldi.

Devo prendere atto però che mi serve l'aiuto dei miei compagni, conoscenze, intelletto e programmazione non sono il mio forte.

E grazie a loro già una piccola parte la meno difficile è stata risolta.
Nelle colline di Hap , proprio come aveva detto trovammo l'elfo sacerdote che aveva combattuto con lei , e solo grazie eldrin e il suo corriere celestiale aveva ridotto in quello stato mia madre.
Catturato, abbiamo scoperto che l'elfo è un sacerdote di Corellon. Abbiamo preso i suoi effetti e letto il suo diario.
Ora avevamo un nuovo obbiettivo, trovare l'Unicorno, e la nostra ricerca doveva partire da Elventree.
Una volta decapitato l'elfo mostrai la testa a mia madre, anche se compiaciuta non era in vena di complimenti.
Cosi scesi di sotto iniziammo a prepararci.
[Immagine: nathanlore.jpg]
Nathan Lore il Cavaliere Nero
       [Immagine: Lame_Argento.jpg]
         ... War è bello ...
Cita messaggio
#2
Stava diventando davvero ardua la faccenda. Dopo aver cacciato l'orecchie a punta ora si trovava insieme ad Exem e Nathan in quella cittadina piena di orecchie a punta. 
In fondo aiutare Nathan non gli dispiaceva, tuttavia sapeva che stavano rischiando tutti e tre oltremisura. Fingersi mercanti. Tutto sommato stavano andando bene ed avevano trovato l'individuo che cercavano.
Diamine però... un druido.... ora la cosa stava davvero facendosi troppo difficile. Già pensare di dare la caccia a quell'animale extraplanare era da folli, ma farlo facendosi beffe anche di un druido stava diventando un impresa.
Tuttavia era determinato come gli altri... ed in fondo aveva già dimostrato di potersela cavare in situazioni simili.
Presto avrebbero avuto la risposta alle loro domande e magari preso anche ciò che voleva Nathan per la mamma.
[Immagine: TyKOwBX.jpg]
Sek Nefer - Vita e morte

Ramses Amosis
Kal Strike
Cita messaggio
#3
Giorni di viaggio, una breve sosta ad Hillsfar e poi finalmente arrivammo a Elventree.
Ero solo con Exem e Sek, loro mi avevano accompagnato in questa ricerca, gli altri avrebbero aiutato Sitkah a sconfiggere la strega che la torturava.
Durante il viaggio evitammo gli scontri, meno attiravamo l'attenzione meglio era.
Eravamo dei mercanti , giunti in quella cittadina in cerca di affari, ma in realtà a cercare di scoprire chi era Jonah.
La scoperta non fu delle migliori, Jonah è un vecchio Driudo di Mielikki, scontroso e poco disponibile a parlare.
Così lo abbiamo seguito nella foresta.
Ho preferito non attaccarlo, ma di trovare un modo per farci dire cosa sapeva.
non si è scomposto quando ha saputo che il sacerdote e la eldrin erano morti entrambi, e riguardo all'unicorno era tranquillo perchè si sarebbe ripreso piano piano dalle sue ferite.
Il problema è che solo un Alto sacerdote, da poteri immensi può evocarlo.
Ci ha detto che si chiama Meara, e tornerà nella sua casa, un boschetto pieno di driadi.
Non ha voluto dirci quale boschetto , è il suo segreto.
Ardeva in me la voglia di staccargli la testa, ma era troppo rischioso, l'obbiettivo era di tenere un basso profilo.
Spero vivamente ci sia un altra occasione, con condizioni diverse.
Ora dovevamo fare la prossima mossa, ma ci serviva l'aiuto degli altri, per ora eravamo soli.
[Immagine: nathanlore.jpg]
Nathan Lore il Cavaliere Nero
       [Immagine: Lame_Argento.jpg]
         ... War è bello ...
Cita messaggio
#4
Sono rientrato ad Hap, lasciando Sek e Exem un giorno in più a Hillsfar a fare qualche ricerca, sicuramente non riusciremo ad avere altre informazioni utili ma un tentativo andava fatto.
Entrato in stanza mia madre era ancora più pallida e ossuta, la malattia la stava logorando, ma era sempre fiera e forte nel suo animo.
L'ho messa al corrente di quanto avevo scoperto, abbiamo parlato anche di fede, di eresie, ma soprattutto mi ha dato un buon suggerimento.
Sottomettere degli umanoidi, e farli cercare per me.
E' un ottimo suggerimento, da sacerdotessa non potevo aspettarmi di meno.
Ha detto che conviene contattare qualche druido o ranger per farlo "collaborare", se non da vivo... bhe... Aldric sa come fare.
Appena rientreranno gli altri dovremo discutere sul da farsi.
[Immagine: nathanlore.jpg]
Nathan Lore il Cavaliere Nero
       [Immagine: Lame_Argento.jpg]
         ... War è bello ...
Cita messaggio
#5
Come suggerito dalla madre trovammo dei bugbear per far cercare loro il boschetto , o almeno una zona della foresta dove delle driadi potevano dimorare.
Dopo cinque giorni arrivò la risposta, un gruppo esplorativo non era rientrato, cosa era successo non era chiaro, ma chiediamo di indicarci la zona che dovevano esplorare.
Parlando in sede della nuova impresa anche Aldric , Darsa e Derek avevano garantito il loro supporto.
Così ci siamo camuffati e resi irriconoscibili e siamo partiti verso le terre dove erano scomparsi i bugbear....
Per l'occasione abbiamo scelto anche dei nomi inventati, anche se sinceramente credo che a volte ci siamo chiamati con i nomi reali, soprattutto nei momenti piu duri.
Attraverso la foresta siamo arrivati in una zona tra la terra ghiacciata e la terra del fuoco e li abbiamo trovato qualcosa di insolito.
Un cerchio di alberi era disposto come a difesa di qualcosa o qualcuno.
I miei compagni erano insicuri di attaccarli , così proviamo a creare un diversivo... Inutile.
Alla fine decido che e' ora di attaccare e dopo un scontro questi alberi magici vengono abbattuti.
Entrati in quella zona di foresta nulla sembrava diverso, solo una calma. Colpisco gli alberi a caso ed ad un certo punto delle creature escono dalla corteccia... le driadi.
Vengono trucidate anche loro nella speranza che il dannato unicorno accora in soccorso.
Nulla... 
Nonostante una vittoria sul campo non lo era per la nostra missione...
nostra... mia... cominciavo a capire che forse agli altri non interessava nulla... ma non tutti.. qualcuno si era esposto per aiutarmi... e glie ne sarei stato riconoscente...
Rientrammo ad Essembra e poi ad Hap....
Arrivato in sede salii nella stanza per parlare... forse ... per l'ultima volta con mia madre.
[Immagine: nathanlore.jpg]
Nathan Lore il Cavaliere Nero
       [Immagine: Lame_Argento.jpg]
         ... War è bello ...
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)