Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
[L] Al responsabile delle Lame dell'Alba
#1
Onorevoli Lame dell'Alba,
mi chiamo Xenia Attinori, e sono una cacciatrice di tesori. Noi non ci conosciamo, ma con rammarico vi scrivo per informarvi della condotta di uno dei vostri membri, il mezzodrago di nome Areskahan. Non sono una santa, ma le mie azioni non hanno mai arrecato danno ad un innocente, e quindi ritengo di non meritare il trattamento che mi è stato riservato. 
Per una serie di sfortunati eventi io ed altri avventurieri, tra cui Areskahan, ci siamo ritrovati vittima di un rituale di sangue di un vampiro mentre aiutavamo un sacerdote di Lathander ad eseguire i suoi compiti tra i tumuli. Il maestro della scuola di magia di Elven Crossing si è gentilmente offerto di aiutarci a risolvere il problema, ma durante i preparativi per dare la caccia definitiva a quel vampiro, il mezzodrago si è scontrato con il maestro e lo ha colpito con una testata in faccia.
Risolta la questione ci siamo riuniti nuovamente con Amalyth, ed Areskahan ha proseguito nella sua polemica, rifiutando le risorse che il maestro aveva apertamente dichiarato di lasciarci ed abbandonandole a terra, su di una strada pubblica. A quel punto le ho prese io, perché non andassero sprecate, ma il mezzodrago ha cominciato a darmi ordini di restituirle secondo una logica: "Se non le avrò io, non le deve avere nessun altro". Se avesse semplicemente chiesto di distribuirle tra gli avventurieri presenti non avrei obiettato, ma invece ha persistito con aria minacciosa, arrivando a trattenermi per un braccio contro la mia volontà. Non vi nascondo che mi sono sentita in pericolo, essendo Areskahan qualcosa come tre volte la mia stazza, e non essendo lui una guardia cittadina con l'autorità di trattenere le persone. A quel punto una mia amica ha deciso d'intervenire in mia difesa, ma ho preferito restituirgli i rifornimenti che, ripeto, aveva appena rifiutato abbandonando a terra, pur di evitare inutili spargimenti di sangue.
Permettetemi di riassumere il suo comportamento: ha colpito un rappresentante di una delle istituzioni della valle, ha trattenuto una donna senza il suo consenso ed era disposto a spargere sangue per degli oggetti che aveva appena rifiutato. Non sono un'esperta di leggi, ma credo queste azioni si avvicinino molto al sequestro di persona ed all'estorsione, e davanti a numerosi testimoni anche. Non vi conosco molto bene, ma da come ho sentito parlare di voi, non credo il comportamento da bullo di strada o da piccolo tiranno di Hillsfar rientri nell'immagine della vostra organizzazione che volete dare alla valle.
Rimango a disposizione per ripetere ognuna di queste parole a voi di persona, se fosse necessario.

Xenia Attinori
[Immagine: Xenia_firma.jpg]
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)